VISITA SICURA AL CASTELLO

Il castello che ha subito degli ingenti danni durante la seconda guerra mondiale è ancora in fase di ristrutturazione. Si chiedono i gentili ospiti di voler rispettare gli avvisi in merito alla sicurezza nel loro proprio interesse e come misura di protezione del monumento storico.

I visitatori possono muoversi all’interno della struttura del castello esclusivamente sui percorsi segnati e muniti di recinzioni e altri elementi di sicurezza.

~

È strettamente proibito oltrepassare o rimuovere le recinzioni e gli altri elementi analoghi.

~

Per motivi di sicurezza personale non è permesso sporgersi oltre le mura e le recinzioni di sicurezza.

~

È proibito muoversi (camminare, arrampicarsi, sedersi, ecc.) sulle mura o sulle altre parti del castello per evitare cadute dall’alto.

~

Per motivi di sicurezza è proibito gettare oggetti dalle torri, dalle mura

o da qualsiasi altra parte del castello.

~

Si chiedono i gentili ospiti di comportarsi in modo consono a un importante elemento del patrimonio culturale. I visitatori saranno

tenuti responsabili per tutti i danni causati per negligenza o in maniera dolosa.

~

I visitatori possono accedere al castello a proprio rischio e pericolo.

Curiosità

Menzionato per la prima volta in fonti scritte nel 1368, il castello prende il nome dai signori Rihemberk che lo costruirono circa otto secoli fa.